Asparagi verdi con guanciale croccante

Image

A volte, il pranzo si presenta come uno scoglio. Troppo poco tempo, poca voglia di preparare, poca ispirazione… Così ho pensato a qualcosa di sostanzioso, di stagione, saporito e buono per tutti quelli che hanno 15 minuti per preparare.

Arrivati a casa? Ok, prendete 3 asparagi verdi un po’ grossetti. Preparate una padella con un goccio di olio e una noce di burro (chiarificato è meglio). In un altra padellina mettete 3 fette di guanciale. Più è buono meno puzza, ricordatevelo. Infine, in un pentolino mettete 50 cl di vino bianco e un cucchiaio di zucchero bianco. Accendete sotto il pentolino e lasciate andare. Intanto sbucciate gli asparagi, tagliate il fondo e, appena caldi i condimenti, metteteli in padella. Lasciateli cuocere così, a fuoco vivo, girandoli frequentemente. Quando sono quasi pronti, accendete sotto la padellina con le 3 fette di guanciale. In 1 minuto per lato sarà cotto e croccante.Mettete in un piatto prima le fettine di guanciale, sopra i 3 asparagi, aggiungete qualche scaglia di Parmigiano Reggiano einfine gocciolate con un cucchiaio la riduzione di vino bianco. Dopo circa 10 minuti, infatti, il vino sarà evaporato per 4/5 e lo zucchero lo renderà meno acido e leggermente caramellato.

Adesso avete 3 minuti per sbafarveli e tornare in ufficio. Semplice, no?

Se siete dei ghiottoni, potete aumentare le dosi. I tempi rimangono quelli.

E adesso un po’ di musica contro la banalità. Il polistrumentista americano Julian Lynch ha composto circa un anno fa questo disco, «Terra» (uscito per la Underwater Peoples Records). Antropologo e musicologo, Julian riesce a dare sotanza all’etereo del suono, formando nuovi archetipi che restituiscono vita alle sonorità che fuoriescono dai meandri della storia. Ecco tutto il disco. Abbuffatevi, che ne vale la pena.

Annunci

Vellutata di piselli con guanciale croccante

Image

Eccomi di ritorno, carico a pallettoni 🙂 Non crediate che mi sia dimenticato di voi! Sono passati alcuni giorni dall’ultima preparazione. Ma sono andato a fare il pieno di salute psicofisica al mare, nella Romagna mia. Ho visto il concerto del gruppo con le più belle gambe del rock di questi anni, cioè le Dum Dum Girls, al Bronson. Le ragazze californiane, capitanate da Dee Dee, hanno fatto una performance, dal punto di vista della loro tecnica e del piglio sul palco, impeccabile. L’introduzione della nuova bassista Malia James, autrice del video «Coming Down» e di una bellezza imbarazzante, ha portato nuovo groove al suono della band. Peccato per il mixing audio, che ha penalizzato la voce di Dee Dee (tra l’altro in ottima forma).

In fondo, vi posterò il video della canzone. Molto bello e canzone toccante. Come dice Dee Dee: «Scrivi solo di cose che conosci». Saggia, la ragazza!

Torniamo alla cucina.

Da qualche tempo, le verdure stanno cambiando. La primavera si vede anche lì. Sui banconi dei verdurai spuntano i piselli, legumi assolutamente squisiti e che appartengono alla dieta italiana sotto migliaia di forme. Io non ne sono un grande estimatore, anche perché (e non chiedetemi il perché!) ho un problema con il colore verde. A meno che non siano le erbette del mio balcone 🙂

Comunque, anche sotto la pressione di chi mi sopporta tutti i giorni, mi sono prodigato in questa vellutata. Ricetta base, senza fronzoli. Per 2 persone. Base della besciamella: quindi, fate sciogliere 25 g di burro e aggiungete 25 g di farina. Fate cuocere a fuoco lento per 5 minuti (così scompare il sapore di farina), continuando a mescolare bene con una frusta. A quel punto, aggiungete 250 cc di brodo vegetale. A filo e mescolando continuamente. Il brodo ovviamente deve essere bollente. A parte, ne terrete ancora di brodo, per allungare la vellutata al vostro piacimento

In una pentola, con acqua bollente salata, fate cucinare 300 g di piselli freschi e una patata piccloa tagliata a pezzetti. Quando la patata sarà cotta (ci vorranno 15 minuti), passate tutto al minipimer, aiutandovi con un po’ di brodo per mantenerla un po’ morbida. Aggiungete anche 2|3 cucchiai di olio e frullate bene.

A quel punto, aggiungete il composto ottenuto al fondo di cottura che avete preparato. Fate andare sul fuoco moderato e continuate a mescolare. Aggiustate di sale, se ce n’è bisogno.

A parte, tritate del prezzemolo fresco. Poi prendete una fettina di guanciale e tagliatela a listerelle. Mettete a soffriggere, finché diventa croccante. Servite la vellutata in una ciotola, aggiungete un po’ di prezzemolo, qualche pezzettino di guanciale croccante, un filo d’olio. Eccola lì la vellutata, buona e delicata.

Ed ecco, come promesso, il video delle Dum Dum Girls «Coming Down».