Mozzarella in carrozza con arrosto di tacchino

Image

Ciao a tutti!

Ieri – bontà sua! – un amico ha dato vita a una classica storia all’italiana, di quelle belle, che ci piacciono. C’è un amico dei suoi genitori che è appena tornato dalla Puglia, e tutte le volte porta con sé olio e mozzarelle. Di queste mozzarelle, la mamma ne ha date 8 al mio amico, che da solo non sa neanche cosa farsene. Allora, gentilmente mi omaggia della metà di queste meraviglie. Trovandomi, quindi, con 4 mozzarelle di bufala, voglio subito provarne una, utilizzandola per la mozzarella in carrozza.

La ricetta è classica, e ben poco si può modificare. Ma visto che volevo fare un po’ di “svuota frigo” e mi trovavo una busta di arrosto di tacchino (non chiedetemi PERCHÉ avevo dell’arrosto di tacchino in frigo), ho aggiunto anche questo al ripieno classico. Poi, nell’uovo e latte sbattuti ho messo un po’ di prezzemolo tritato che avevo pronto da un’altra preparazione.

Ordunque, la preparazione è presto detta.

Pane da toast, detto anche in cassetta. Chi è di Trento, può prendere quello del panificio Pulin. Lo fanno per il venerdì e il sabato.

Apro una parentesi. Quando ero bambino, abitavo vicino al laboratorio del panificio, per cui andavo spesso a prendere il pane da loro. Bene, il profumo di quel pane è rimasto nonosotante siano passati troppi anni 🙂 Fine della parentesi.

Bene, tagliate il bordo a 4 fette. Avrete così 2 panini. Riempiteli con una mozzarella tagliata abbastanza spessa, aggiungete due fette di arrosto di tacchino a ogni panino. Tagliate a fazzoletto (a triangolo) e infarinate.

Sbattete un uovo, cui aggiungerete una generosa presa di sale e del pepe macinato. Allungate con mezzo bicchiere di latte. Aggiungete il prezzemolo tritato un po’ grosso.

Bene, cominciate ora a passare i fazzoletti di pane imbottito nell’uovo, cominciando dai fianchi e passando poi ai 2 lati del tramezzino.

Mettete abbondante olio di semi in una padella larga con fondo antiaderente o di ferro. Scaldate bene e poi friggete un paio di minuti per lato (controllate che si dorino per bene).

Se l’olio non copriva il panino, allora abbiate l’accortezza di dare una passata anche ai fianchi.

Il gioco è fatto, la mozzarella in carrozza con l’arrosto di tacchino anche 🙂

Image

Tips: la mozzarella fatela scolare dal suo siero, altrimenti il panino sarà troppo bagnato; quando avete imbevuto i 4 fazzoletti, lasciateli riposare nel piatto con l’uovo sbattuto. Assorbiranno tutto il residuo!

Bruciatini nobili

Post veloce, poi magari questa sera approfondisco qualcos’altro.

Parliamo dei bruciatini, un piatto semplice semplice e gustoso della tradizione romagnola. Si prende del radicchio, della pancetta, dell’olio extravergine di oliva, un po’ di aceto balsamico di Modena et voilà, il gioco è fatto!

Per voi li ho nobilitati.

Bruciatini nobili

Ho preso un fondo di culatello che mi trovavo in casa. Mai volesse la malasorte che mi trovassi senza un pezzo del re dei salumi!

Ho fatto delle striscioline e poi dei cubettini da un paio di fette un po’ grosse (solo per questo, mi raccomando!).

Olio in padella per un paio di minuti e poi aggiunta di aceto balsamico (un cucchiaio). Altro giro veloce in padella (30 secondi sono abbastanza), poi nel piatto sopra un radicchietto fresco appena tagliato a striscioline.

Facile, no? E il risultato (e il gusto) è assicurato!

Per chi volesse, ho fatto la variante con il radicchio saltato appena in padella (dopo il culatello). Messo in piatto con del pane da toast e del pomodoro. Niente di più, tanto per variare un po’!

Ciao!!!